Waiting

Stepping into a dark room,
Fear began to sing
its old tune.
My hands were cold,
so afraid was I to touch life
and grow old.

Oh, could you see,
among the dead leaves?
Lost souls were soaring,
and I’m a body
that still lingers in a corner,
shivering on the wet grass.

The fir trees were unraveling
their tortuous roots
upon the evening,
while the sharp knife of longing
slowly slithered aloof,
lost among the howling roofs.

You say, 
lit me with passion,
burn me with love,
let no compassion,
no lies, nor false dawn
tear me apart from my own,
my own true love.

Behold, my heart, the sky is a Loner
– Just a glance through the glass,
a shimmering light
and nothing’s left, but night –

Entrando in una stanza buia,
La paura iniziò a cantare
la sua vecchia canzone.
Le mie mani erano fredde,
tanta era l’angoscia di toccare la vita
e di invecchiare.

Oh, riesci a scorgere,
tra le foglie morte?
Anime perse salivano vertiginosamente,
e io sono solo un corpo
che attende ancora in un angolo,
tremante sull’erba bagnata.

Gli abeti allungavano
le loro radici tortuose
sulla sera,
mentre la lama affilata del desiderio
scivolava lentamente in disparte,
alla deriva tra i tetti urlanti.

Tu dici,
illuminami con passione,
Bruciami con amore,
che nessuna compassione,
Nessuna menzogna, né falsa alba
mi strappi a me stessa,
all mio amore vero.

Ecco, cuore mio, il cielo è un solitario
-Basta uno sguardo attraverso il vetro,
una luce scintillante
e nulla è rimasto: solo la notte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: