Sparkling Soul

 

Nei miei sogni infantili, i volti mi apparivano sempre sfuocati, indistinti.

Un istinto confuso mi aveva già suggerito che le parole potevano velare le intenzioni e che il Tempo cambiava i lineamenti. I miei fratelli ritornavano a Parigi ogni sei mesi, e nell’attesa, per ingannare la mancanza, tentavo in vano di ricordare con precisione il loro viso. Allora, quando ci ritrovavamo, cercavo di imprimere in me ogni lieve sensazione, ogni profumo, ogni sorriso, così da poter averli sulla punta delle dita e ricreare nella mia mente la loro presenza : avevo intravisto qualcosa di meraviglioso, un bagliore unico, che mi teneva compagnia in fondo al cuore.

Le parole possono mentire, i volti cambiare, ma la luce in ognuno di noi è inconfondibile.

In virtù di questo pensiero, in ogni chiesa nella quale entravo, accendevo un cero. Qualora la fiamma si fosse spenta, significava che qualcosa moriva dentro o cambiava (tante piccole morti sono già avvenute, tante rinascite).

Let there be light inside.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: