Flânerie du soir

 

Una passeggiata al tramonto nelle stradine del Marais, il cuore artistico e alternativo di Parigi.

C’è nell’aria un vago profumo di castagne e gaufre. I passanti diventano ombre leggere, che scivolano segrete nell’oscurità ovattata dei vicoli medievali, stampando fugacemente i loro contorni sfumati  sulle fantomatiche pietre grezze e fosforescenti ricoperte di edera, ornamento delle casupole Bohémiennes nell’antico Village St-Paul.

In questi istanti sospesi nel tempo, Parigi svela un volto che non conosco, eppure molto familiare. I miei passi mi portano verso il LungoSenna, scorgo i vividi riflessi del fiume, le cupe guglie di Notre-Dame, le luci del frizzante e moderno Boulevard St-Germain. Un mormorio lontano culla la deriva dei miei pensieri, mentre un brivido piacevole pervade i miei sensi. La città si è raccolta in una misteriosa e grande preghiera. Dimentica di tutto, cammino e mi sento sollevata, felice e meravigliata da tutto. Balena nella mente il bagliore della rêverie. Immagino la vita dietro alle finestre spente, i sospiri delle case assopite.

Dolcezza onirica, inafferrabile e malinconica serenità di esistere. O forse l’avvicinarsi del Natale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: