Street Wars

“It has been pointed out that one of the results of the extraordinary tyranny of authority is that words are absolutely distorted from their proper and simple meaning and are used to express the obverse of their right signification”

Oscar Wilde, The Soul of Man under Socialism, February 1891.

Veniamo quotidianamente bombardati di parole, parole nuove, espressioni coniate dall’ipocrisia della modernità per offuscare la realtà. Non esistono più le guerre, ma le “missioni di pace”, né soldati professionisti, ma “difensori della pace”. Non esistono più le manifestazioni pacifiche. Ma vittime ribelli e blackblocks che seminano il Caos sul loro cammino. I nuovi Unni dell’urbanità che sfidano le “forze dell’ordine”. È guerriglia nella capitale! Indignati violenti, indignati storpiati e manipolati. Gregge rivoluzionario minacciato dai lupi incappucciati. I Pastori corrono ai ripari e ci consolano con dichiarazioni ufficiali, indignate, naturalmente.

Alla tivvù, ci ipnotizzano con immagini apocalittiche, rivendicazioni violente, terrorismo, Al Qaeda, Bin Laden, Gheddafi, evviva-arrivano-i-puffi-blu-portatori-di-pace. Abili businessman che diventano visionari, precursori di un futuro iper-tecnologico ; traders senza scrupoli che rovinano intere società, interi Stati, ma sono “fautori della nuova economia” ; Capi di Stato che danzano la Bunga-Bunga al G20 mentre decidono delle sorti del mondo.  Mille miliardi di debito pubblico in soldi inesistenti. Ops, Wall Street ha subito un calo del 5%! Orrore!

E quando non hanno niente da dire, ci spaventano con previsioni meteorologiche catastrofiche. Ci distraggono dalle notizie importanti con il gossip sui people.

Due mila anni prima, quando gli storici romani non trovavano notizie negli annali (“Tutto va bene, niente prodigi, niente agnelli a due teste, niente guerre e niente rivoluzioni civili”), reinterpretavano un fatto recente più interessante da raccontare e lo mitizzavano in un tempo lontano. C’era una volta la storia della virtuosa Lucrezia oltraggiata dal tiranno, della povera Virginia concupita dal crudele Appio Claudio. Dalla rivolta nacque la Repubblica.

Vogliamo Pane, Vino, Gladiatori!! Cibo e distrazioni!! Storditeci! Ingozzateci di informazioni tutte uguali, di reportage in massa, fino ad ubriacarci di ignoranza e di indifferenza.

Si parla tanto di libertà di parola. Ma quando si usa la comunicazione per distorcere la verità, beh, mi verrebbe da pensare che si tratti più di perversità sociale.

Annunci

2 responses to “Street Wars

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: