Spiragli evanescenti

I

La notte è viola di luce. Si accendono stelle di cartone sul soffitto screpolato, fari di macchine lontane scivolano pallidi e distorti sui muri. Nell’oscurità, lo scorrere anonimo dei pneumatici sull’asfalto si dissolve – ora è (rumore) l’incresparsi distante delle onde sulla sabbia fredda della sera: il canto delle sponde invade piano la stanza, danzano le ombre al riverbero gelato dei lampioni affusolati nel deserto delle strade – ecco nascere il mare, mare che riflette il chiarore incerto di una finestra sperduta, ancora sveglia, affacciata sul cortile. Dicono che le profondità dell’oceano nascondano esseri meravigliosi, forme fantomatiche ed evanescenti che si lasciano trasportare dalle correnti in sussulti di lampi elettrici, mentre scivolano lievi, in-curanti della pressione. Alcuni, agitando uno spiraglio iridescente innanzi alla bocca spalancata, catturano prede – divorate dal bagliore affascinante.

II

Luce che illumina luce che purifica. Fiamme e potere. L’uomo è uomo grazie al fuoco che disperde le belve e le paure. -Prometeo pagò con costanza la sua audacia, per avere trafugato una scintilla di divinità. – Evohé, evohé, gridavano le Baccanti, dimenando le fiaccole frenetiche nelle tenebre dell’ispirazione etilica.

III

Luce che fuga la notte, raggio di energia in espansione. La fiamma titubante della candela è diventata preghiera e raccoglimento da quando Edison ha inventato la lampadina ad incandescenza, respiriamo Città-Luce ed un blackout può gettarci nelle angosce più primitive e profonde dell’animo umano, rischiarato dal barlume della ragione: tutti hanno qualche idea di ricambio per sostituire le illusioni fulminate.

Eppure nel mese più buio e mesto dell’anno, ognuno accende ghirlande scintillanti lungo le strade, le porte decorate, le case calde, nell’attesa che la cometa splendente annunci l’aurora del bambino–sole…

Come un fascio di luce trapassa le nuvole solitarie – attira i naufraghi verso l’umana terrenità.

IV

Chissà se un giorno diverremo creature del mare, umanità al neon, corpi fosforescenti di verità : creando e dando – luce.

V

Interruttore. (Click)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: